Massaggio Antistress - SIRFA RIFLESSOLOGIE

Vai ai contenuti

Menu principale:

Seminari > Massaggio Antistress


CORSO MASSAGGIO ANTISTRESS
IL POTERE TERAPEUTICO DEL MASSAGGIO
… sviluppare l’abilità con la Conoscenza e il potere terapeutico con il Cuore…





IL MASSAGGIO


Si può dire che il massaggio riunisce in se elementi occidentali, come il lavoro fatto sul sistema muscolare, circolatorio e linfatico, e i concetti orientali dei centri di energia e dello scambio energetico fra chi effettua e chi riceve il massaggio. Il massaggio non ha l'obiettivo di dare risultati medici o fisioterapici; il suo scopo primario è quello di fornire benessere e distensione, ragion per cui i requisiti fondamentali per praticarlo sono la capacità di entrare in contatto con l'altro attraverso il corpo, di comunicargli sicurezza e sensazione di accoglimento.

Per fare un massaggio occorre essere concentrati, a contatto con voi stessi oltre che con l'altra persona, occorre lasciare fluire la vostra energia positiva e fornire benessere, sicurezza, attenzione e comprensione all'altro, soddisfacendo cosi una buona parte delle necessità fondamentali che, in quanto esseri umani, abbiamo. Il massaggio diventa allora non solo un mezzo di rilassamento, ma anche di meditazione con l'altra persona in un sottile rituale di comunicazione.

Massaggiando o facendovi massaggiare ritroverete il piacere di 'abitare' il vostro corpo, di abbandonarvi, di dare e ricevere sensazioni che arricchiranno i vostri rapporti con il prossimo. Più avanti, continuando in questa esperienza, vedrete aprirsi la possibilità di un contatto con la parte più profonda del vostro essere, come durante la creazione artistica, la meditazione. Sarà una porta che, tramite il corpo, si schiuderà sull'invisibile. È un massaggio che richiede innanzi tutto sensibilità e ritmi lenti, per facilitare un rilassamento più profondo. Chi effettua il massaggio antistress concepisce il corpo umano come una complessa unità fisica, mentale, emotiva e sociale, e considera la creatività e l'intuizione come strumenti da utilizzare unitamente alle imprescindibili conoscenze tecniche e teoriche.

Per questo il massaggio antistress può essere utilizzato come metodo a se o come valido complemento di altre tecniche abituali di massaggio, che in tal modo vengono straordinariamente arricchite. Chi pratica il massaggio antistress effettua la maggior parte delle pressioni e delle manipolazioni adeguandole al ritmo della respirazione di chi lo riceve; infatti la respirazione di norma si regola spontaneamente, con il regolarsi del flusso energetico a opera del massaggio.


Il grado di pressione effettuata sui vari strati muscolari é in funzione delle caratteristiche del ricevente, della zona trattata e del tipo di tensione individuato. Il massaggio antistress si addentra negli strati più profondi sia del corpo sia della mente, producendo una vera e propria ricomposizione dell'unità psicofisica di entrambi: chi fa e chi riceve il massaggio. Si tratta di una caratteristica particolarissima del massaggio antistress, dato che un atteggiamento di disponibilità al momento di applicarlo, insieme alla concentrazione in se stessi forniscono un benessere speciale e un riequilibrio energetico anche in chi lo pratica.

Un'altra peculiarità del massaggio antistress è che il contatto fisico non viene mai interrotto durante l'intera seduta, per evitare che venga ostacolato il sottile rapporto che si stabilisce fin dai primi momenti dell'applicazione del massaggio. Per aiutare il costituirsi di una percezione del corpo come tutto unico, vengono praticati dei movimenti con le mani che stabiliscono continuamente legami fra le varie parti trattate. La respirazione di chi pratica il massaggio è importante, perché se riesce a sintonizzare il ritmo del proprio respiro con i movimenti e, in alcuni momenti cruciali, con quello del ricevente, il flusso energetico si potenzia al massimo, allontanando la stanchezza e procurando un riequilibrio energetico in entrambi.


Succede spesso di sentire testimonianze di esperienze di 'ricomposizione' dopo un massaggio antistress: parti che prima si sentivano 'slegate' sembrano, come in un puzzle, ricomporsi, prendere forma. La cura e l'attenzione prestati all'armonia e alla fluidità durante il massaggio, il fatto di non interrompere il contatto durante una seduta, il silenzio, il ritmo, la circolazione energetica, facilitano in chi riceve il massaggio la scoperta o l'aumento della coscienza del proprio schema corporeo, insieme a un aumento di sensibilità e di capacità percettiva sia del mondo esterno sia di se stessi.



Torna ai contenuti | Torna al menu